prenotavisita

Cosa fa l’Angiologo

L’angiologo è un medico specialista che si occupa di diagnosticare e curare (con trattamenti ambulatoriali o chirurgici) le patologie che riguardano i vasi sanguigni. Condizioni che colpiscono quasi un terzo della popolazione in tutto il mondo occidentale e che – per questo – meritano di far conoscere meglio questa figura. 

Cos’è l’apparato circolatorio

L’apparato circolatorio è l’insieme dei vasi sanguigni che permettono la circolazione del sangue – sotto la spinta del cuore – nell’organismo, per fornire a tutti gli organi, cellule e tessuti, i nutrienti e l’ossigeno di cui hanno bisogno, eliminando l’anidride carbonica e le sostanze di scarto. È costituito da due componenti principali: il circolo sistemico e il piccolo circolo; ognuna di queste è formata da arterie, capillari e vene. 

QUANDO RIVOLGERSI ALL’ANGIOLOGO

Gli angiologi trattano i disturbi delle arterie, delle vene e dei vasi linfatici.
Alcuni segnali che possono indicare un problema circolatorio, e quindi la necessità di rivolgersi ad uno specialista sono:

  1. Gambe pesanti o gonfie
  2. Sensazione di bruciore, crampi o formicolio alle gambe
  3. Presenza di vene bluastre o violacee
  4. Dolore quando si tocca la gamba
  5. Sensazione di calore alle gambe
  6. Mani o piedi blu
  7. Arti doloranti
  8. Difficoltà respiratorie (dispnea)

È altresì importante consultare un angiologo in presenza di diabete o problemi a livello vascolare. Tuttavia, una consulenza angiologica può essere necessaria anche in caso di controlli periodici nei pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa o che sono a rischio di eventi cardiaci, in caso di comparsa di vene varicose, per trattarle prima che la sintomatologia peggiori e sia necessario un intervento chirurgico.
La figura dell’angiologo, infatti, non deve essere un punto di riferimento solo in caso di una condizione già esistente, ma come prevenzione, per evitare possibili complicanze di un problema circolatorio.
Quali esami vengono eseguiti dall’ Angiologo
Il primo approccio con l’angiologo non dovrebbe rimanere confinato alla sola valutazione strumentale.

Per un preciso e completo inquadramento, con una valutazione complessiva ed esauriente del paziente, sono inizialmente necessari sia la visita specialistica che l’ecocolordoppler, per visualizzare i vasi sanguigni nel loro decorso ed aspetto, e misurare la portata dei vasi.
Anche i periodici controlli devono essere sempre completi di esame clinico e strumentale. Questo può comportare un aumento della tempistica e soprattutto del costo della prestazione, ma la qualità dell’offerta specialistica e soprattutto la sicurezza dei pazienti, non devono – a mio avviso – essere messe in discussione.
Altri metodi di imaging, possono comprendere la risonanza magnetica o la TC (tomografia computerizzata), nonché l’angiografia o la flebografia, in cui i vasi possono essere visualizzati iniettando un mezzo di contrasto, attraverso un’indagine a raggi X.

QUALI PATOLOGIE TRATTA L’ANGIOLOGO

Come dicevamo, l’angiologo tratta tutte le malattie circolatorie, come:

  1. Insufficienza venosa cronica (IVC) come vene varicose o varici agli arti inferiori
  2. Linfedema (sindrome della gamba grossa)
  3. Trombosi venosa profonda e trombosi venosa superficiale con tutte le connessioni interdisciplinari previste
  4. Arteriopatie
  5. Ulcere vascolari (venose e vasculitiche)
  6. Malformazioni artero-venose
  7. Piede diabetico

Le ultime due patologie, dopo un iniziale inquadramento, verranno inviate agli specialisti appositamente dedicati. 

Cos'è la vulnologia

La vulnologia è una branca della medicina che studia le lesioni cutanee, sia acute che croniche. Il termine deriva dal latino "vulnus", che significa "ferita", e dal greco "logos", che significa "studio".

Di cosa si occupa la vulnologia

La vulnologia si occupa di tutti gli aspetti delle lesioni cutanee croniche (difficili), dalla loro patogenesi alla loro diagnosi, terapia e prevenzione. Gli specialisti in vulnologia, chiamati vulnologi, sono in grado di identificare le cause delle lesioni, classificarle e scegliere il trattamento più appropriato.

Le lesioni cutanee possono essere causate da una varietà di fattori, tra cui:

  1. Traumi fisici, come abrasioni, lacerazioni o ustioni;
  2. Infezioni batteriche, virali o fungine;
  3. Patologie croniche, come il diabete o l'insufficienza venosa e linfantica;
  4. Cause genetiche o congenite ed immunologiche.

QUALI SONO I PRINCIPALI TRATTAMENTI UTILIZZATI IN VULNOLOGIA

La vulnologia è una disciplina in costante evoluzione, grazie ai progressi della ricerca medica. In particolare, i vulnologi sono impegnati nello sviluppo di nuovi trattamenti per le lesioni cutanee croniche, che affliggono milioni di persone in tutto il mondo.

Alcuni dei principali trattamenti utilizzati in vulnologia includono:

  1. La detersione (con detergenti dermofunzionali) e disinfezione del fondo e dei margini delle lesioni;
  2. L'attivazione del fondo e dei margini delle lesioni;
  3. L'applicazione di medicazioni semplici e/o avanzate appropriate;
  4. La terapia antibiotica;
  5. La terapia chirurgica;
  6. La terapia nutrizionale.

L’importanza della prevenzione

La prevenzione delle lesioni cutanee è un aspetto importante della vulnologia. È possibile ridurre il rischio di lesioni adottando misure come:

  1. L'uso di guanti e altri dispositivi di protezione;
  2. La cura della pelle;
  3. L'assunzione di una dieta sana;
  4. L'esercizio fisico regolare.

Il vulnologo, è uno specialista che si occupa del benessere della cute sottoposta a stress di differente natura (metabolica, vascolare, tossica, infettiva, fisica).

Pertanto, la competenza del vulnologo è proteiforme ed è quella di svolgere un’attività di prevenzione, diagnosi e terapia delle lesioni cutanee difficili contestualizzando il tutto con gli aspetti clinici internistici e chirurgici con il fondamentale supporto di esami radiodiagnostici e laboratoristici contribuendo a migliorare la performance di remissione delle lesioni al fine di migliorare la qualità della vita delle persone che ne soffrono."

RESPONSABILE DISCIPLINA

Il nostro centro si avvale di uno staff medico di validi e competenti professionisti, specializzati nei diversi campi della medicina
Dr. Luciano ALLEGRETTI

Direttore Sanitario e Scientifico

  • Specialista in Medicina Subacquea ed Iperbarica according standard DMAC/ETDCH.
  • Angiologo Nutrizionista Perfezionato in Nutrizione Clinica, Igiene Alimentare e Benessere.
  • Master Universitario in Vulnologia, metodologia clinica e tecniche di riparazione tessutale.
  • Prof. a contr. presso Master Universitario in Wound Care presso Tor Vergata (Roma) e L.U.M. (Casamassima - Bari).
  • Specialista in medicina subacquea ed iperbarica norma UNI 11366 con Master Universitario di II livello in Medicina Subacquea ed Iperbarica, con votazione 100/100- UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO Accreditato secondo le linee guida europee ECHM-EDTCEducational and Training Standards for  Diving and Hyperbaric Medicine 2011 (Level: 2H and 2D Diving/Hyperbaric Medicine Physician ), 15/12/2012
  • Corso di perfezionamento in Igiene alimentare, Nutrizione e Benessere – Università degli Studi Federico II- Napoli, 26 giugno 2015
  • Master Universitario di I° Livello in Vulnologia: lesioni difficili – Università degli Studi di Catania, con votazione 110 e Lode, 14 gennaio 2016
  • Master Universitario di II° livello in Angiologia, discutendo la tesi: “Valutazione clinica (EPUAP/NPUAP) e strumentale con Eco Color Doppler nelle lesioni da pressione del tallone: evidenze e risultati dei casi clinici trattati in OTI” – Università Degli Studi di Catania, in data 18 gennaio 2018 con votazione di 110 e lode
  • Diploma Nazionale SIAPAV di Ecografia Vascolare ed Eco-Color- Doppler, Gennaio 2019
  • Diploma di Scuola di Alta Formazione in Gestione Tecnico Sanitaria di Camera Iperbarica, discutendo la tesi: “Direzione tecnico-sanitaria del Centro di Medicina Subacquea ed Iperbarica: Norme, Regole di sicurezza e Responsabilità, Università degli Studi di Padova, Giugno 2019
  • Diploma di Master Universitario di II° livello in Direzione e Management delle Aziende Sanitarie, discutendo la tesi: Valutazione dell’Health Technology Assessment: ossigenoterapia iperbarica e applicazione terapeutica nel trattamento delle lesioni non healing del piede diabetico, Università LUM, Casamassima, 17 marzo 2021
  • Corso di perfezionamento in Flebo-Linfologia: Emodinamica, Diagnostica e Terapie integrate, Università di Palermo, 17 luglio 2021
  • Corso di formazione manageriale per Direttore Generale, Direttore Sanitario e Direttore Amministrativo delle Aziende Enti del Sistema Sanitario della Regione Puglia (10/2021)
  • Diploma di MASTER II LIVELLO: ECOGRAFIA CLINICA IN AMBITO INTERNISTICO, PEDIATRICO ED INTERVENTISTICO 2022/2023 - Università San Raffaele - Roma discutendo la tesi “Ruolo dell’esame ultrasonografico nello studio del Linfedema: linee guida, revisione sistematica ed esperienza clinica”, 20 aprile 2024

© 2024 NIKE SRL – P.Iva 02391050750 – LECCE – Powered by

Preferenze Privacy - Privacy Policy - Cookie Policy